mercoledì 30 settembre 2015

LETTERA DI MALCONTENTO SU VICO DEL GARGANO

Gentile Dott. Michele Sementino, Sindaco di Vico del Gargano,
dal 2003 frequento regolarmente il vostro bellissimo paese del quale sono innamorata tanto da aver acquistato una casetta.
Anno dopo anno vedo i negozi del centro storico scomparire, vedo sempre più case disabitate e i cartelli "VENDESI" moltiplicarsi ogni stagione.
L'altro ieri sono salita sulla strada verso Ischitella per fotografare il paese con il tramonto e ho trovato una nuova costruzione che ne occulta gran parte e, il pianoro su cui ci si recavamo per la foto panoramica di Vico, recintato e chiuso.
Ho provato a scendere il sentiero per la fontana vecchia ma era impraticabile come quello a salire.
Vorrei rammentare a tutti gli abitanti di Vico che questo paese, tra i borghi più belli d'Italia, e' la Vostra ricchezza e continuando così morira'.
Spostando ogni attività commerciale nella parte nuova il degrado del vecchio borgo aumenta sempre piu'.
I turisti vengono per il vecchio borgo e non certo per le nuove costruzioni che ne disturbano e oltraggiano la vista.
Sono molto avvilita per questo poco amore di un gioiello prezioso quale e' il Vostro paese e io stessa ora cerchero' di vendere la casa che ho vissuto con tanta gioia.
Grazie per avermi letta.
12 Settembre 2015
Nadia De Paoli
Cerea (VR)






Garganistan 2015

Nessun commento:

Posta un commento